Il battitappeto è un elettrodomestico che toglie la polvere dai tappeti e dai pavimenti in tessuto. Simile ad una scopa elettrica ma con una struttura più resistente, il battitappeto unisce la funzione di aspiratura e quella di spazzolatura, combinando il flusso aspirante con la spazzola elettrica. È composto da un corpo aspirante formato da un motore elettrico e dalle turbine, che generano un flusso d’aria capace di eliminare lo sporco, che viene raccolto in un sacco, per alcuni modelli, e in un contenitore di plastica per altri.

In commercio ci sono tantissimi modelli di battitappeto, professionali e non. I primi sono utilizzati negli alberghi, nelle scuole e nei grandi uffici, quelli ad uso domestico sono invece utilizzati nelle case in cui ci sono persone allergiche e animali domestici.

Come scegliere il miglior battitappeto

Per scegliere quello più adatto alle proprie esigenze è importante prendere in considerazione alcuni elementi.

Le spazzole. In commercio ci sono battitappeti che hanno due o tre spazzole rotanti circolari e altri una sola spazzola elicoidale. Se i vostri tappeti sono molto forti, ideali sono i modelli con più spazzole. Mentre se il tappeto è a pelo corto, perfetti sono quelli con la spazzola elicoidale.

I filtri. Generalmente in un battitappeto ci sono due sistemi di filtraggio. Il primo è in grado di trattenere lo sporco più ingombrante, come briciole e sassolini. Il secondo blocca la polvere più sottile ed evita che questa venga reintrodotta nell’aria. Quindi è sempre preferibile scegliere i modelli che abbiano due filtri, meglio se questi sono antipolline e antiacari.

La capienza del sacco raccoglipolvere. Se utilizzate il battitappeto saltuariamente, è preferibile scegliere un modello che abbia un sacco piccolo, in modo da poterlo pulire più frequentemente. Se invece ne farete un uso frequente, è meglio un sacco più grande, perché riuscirà a contenere più detriti e non sarete costretti a interrompere il lavoro per doverlo svuotare.

La lunghezza del cavo. Optate sempre per i battitappeti che abbiano un cavo molto lungo e flessibile, perché   vi permetteranno di pulire con molta più facilità e velocità tutta la stanza. Ci sono anche dei modelli che funzionano a batteria e non hanno fili.

Gli accessori. Inutile dire che di più accessori sarà dotato il battitappeto maggiori saranno le sue funzionalità. Ad esempio, tra gli accessori ci sono la spazzola per materassi, i tubi rigidi e i tubi flessibili, la spazzola per parquet e e tante bocchette spazzole di diversa dimensione.

Altri fattori da prendere in considerazione sono le dimensioni e il peso. Più grandi e pesanti saranno i battitappeti, più difficili da spostare saranno. È meglio quindi scegliere modelli maneggevoli e facili da muovere, che abbiano magari impugnatura ergonomica e ruote. Ci sono anche modelli ribaltabili che permettono di raggiungere con molta più facilità gli spazi sotto i letti e gli angoli più difficili da raggiungere.

I migliori battitappeti in vendita

Miele Dynamic U1

Dotato di filtro Hepa che trattiene il 99,95% della polvere, questo battitappeto ha il motore da 890 watt, che garantisce ottime prestazioni, un sacchetto tipo U, con la capienza del sacco raccoglipolvere di 6 litri, spazzola elettrica integrata e illuminazione a led. È particolarmente maneggevole, perché ha un raggio d’azione di 14 metri e un cavo lungo 10 m. Inoltre ha una struttura affusolata e lo snodo ribaltabile per aspirare la polvere comodamente sotto tavoli e letti. L’impugnatura Comfort con comandi integrati lo rende pratico e comodo e il Sistema Silence estremamente silenzioso.

Eolo LP41

Con filtro hepa lavabile e motore da 950 watt, questo battitappeto fornisce ottime performance e bassi consumi energetici. Non solo pulisce ma spazzola e aspira, sia polveri che solidi, è silenzioso e dotato di un kit accessori. La spazzola è altamente efficiente, grazie alle ruote antitraccia è perfettamente scorrevole e può essere utilizzata sia sui tappeti che sulla moquette perché è dotata di setole retrattili. Il cavo di alimentazione è lungo 11 metri e il serbatoio capiente 4,5 litri. Questo battitappeto può essere utilizzato sia a casa per eliminare polveri solidi e liquidi sia nell’ambito industriale per smaltire le sostanze nocive e tossiche come l’amianto.

Hoover PU10 Pure Power

È un battitappeto con sacco extralarge di 4,2 litri, sistema di filtrazione Hepa lavabile e spazzole rotanti 4 in 1 che penetrano, agitano e sciolgono lo sporco presente sui tappeti, sulla tappezzeria e sulle scale. Questo modello ha un raggio d’azione di 6,5 metri ed è maneggevole e pratico durante l’utilizzo. Ha il motore di 350 watt e la classe di efficienza energetica A+, che garantisce massime prestazioni e risultati impeccabili. Silenzioso e veloce, è molto potente ma un po’ leggero. Ottimo il rapporto qualità-prezzo.

Revolution ProHeat 2x

Potente e leggero, è dotato di doppie spazzole rotanti e una tecnologia Heatwave, che rimuove velocemente macchie e sporco. Ideale per moquette, tappeti, interni auto, scale e materassi, ha un design leggero ed elegante, un motore di 800W e un serbatoio d’acqua rimovibile. Il cavo è lungo 7 metri e rende il battitappeto maneggevole e facile da spostare.

Come si utilizza il battitappeto e consigli utili

Utilizzare un battitappeto è veramente molto semplice. Dopo averlo collegato ad una presa elettrica, il motore aspirante inizierà a generare un flusso d’aria che attirerà la polvere all’interno del sacco, facendola passare attraverso i filtri. A questo punto, bisognerà trascinare il battitappeto su tutta la superficie da pulire con un movimento perpendicolare o N.

Per utilizzare al meglio il battitappeto, vogliamo darvi alcuni semplici consigli. Innanzitutto ricordate che quando la spazzola, il sacco che raccoglie la polvere, i filtri e il motore sono ormai usurati possono essere sostituiti, meglio se con pezzi originali. Suggeriamo anche di leggere attentamente il libretto delle istruzioni prima di utilizzare l’elettrodomestico, così da sapere bene come utilizzarlo. Non toccate mai con le mani bagnate né la spina, né il cavo né l’interruttore, rischiereste di prendere la corrente.

È necessario pulire periodicamente il filtro per controllare che non si è intasato, così come fondamentale è controllare tutti i componenti del battitappeto almeno una volta all’anno e presso l’officina autorizzata. In questo modo il vostro battitappeto avrà una vita più lunga.

Battitappeti: i migliori del 2019 e consigli per l’acquisto

Lascia un commento