Pochi forse sanno che oltre all’inquinamento ambientale ce n’è uno indoor, cioè quello che si sviluppa negli ambienti interni, come casa e ufficio. Per combatterlo si possono usare i purificatori d’aria.

I purificatori d’aria sono degli elettrodomestici che permettono di depurare e filtrare l’aria negli ambienti interni. Grazie al loro utilizzo è possibile eliminare i cattivi odori, gli allergeni, i batteri e i virus che si creano in casa o in ufficio. Sono composti da una ventola che aspira l’aria dell’ambiente e la fa passare attraverso un filtro per poi espellerla purificata.

Guida alla scelta

Quando si deve acquistare un purificatore d’aria si devono prendere in considerazione diversi fattori. Innanzitutto bisogna capire quale utilizzo deve esserne fatto. Se il purificatore d’aria deve essere utilizzato per eliminare i cattivi odori, è meglio scegliere quelli con filtro ai carboni attivi. Per liberarsi dai peli degli animali domestici o per bloccare le particelle di pollini e di acari della polvere, sono consigliati quelli con filtro HEPA.

Altro criterio è il sistema di filtrazione. Affinché il purificatore d’aria sia veramente efficace, è preferibile scegliere quei modelli che combinano più filtri. Ad esempio, ci sono tipologie di purificatori in cui sono presenti il filtro HEPA e un pre-filtro, detto filtro antipolvere. Il primo trattiene le particelle più sottili, il secondo quelle più grandi.

Inoltre, gli altri fattori da considerare sono:

  • Portata, cioè la grandezza della zona da purificare. Se l’ambiente è di pochi metri, andranno bene i purificatori portatili, utilizzati soprattutto in macchina, o quelli che coprono 10 mq. Ovviamente un modello da tavolo non sarà in grado di purificare l’intero ambiente. Ricordate anche che più i purificatori d’aria sono economici meno sarà la loro portata.
  • Tasso di purificazione, che viene indicato con la sigla CADR (Clean Air Delivery rate), indica quanto efficiente è il purificatore nell’eliminare le particelle inquinanti presenti nell’aria. Maggiori saranno i CADR, più pulita sarà l’aria. Se dovete purificare una stanza di circa 20 mq, i più indicati sono i purificatori con 138 CADR. Inoltre, i modelli migliori sono quelli che hanno più di 350 CADR, scarsi quelli con meno di 100.

Importanti sono anche la rumorosità e la presenza di funzioni extra. È meglio preferire modelli silenziosi. Quelli migliori hanno un rumore al di sotto dei 20 decibel. Inoltre, più potente sarà il purificatore, più rumore farà. Per quanto riguarda le funzioni extra, ci sono dei modelli più tecnologici che presentano il timer e l’autospegnimento, un telecomando per regolare il dispositivo a distanza. Altri modelli hanno anche la modalità notturna, che riduce di notte le prestazioni e la rumorosità del dispositivo.

Considerando che i purificatori d’aria hanno bisogno di una manutenzione costante e che richiedono la sostituzione periodica dei filtri, prima di acquistarne uno è importante verificare che i filtri siano facilmente reperibili e che non abbiano prezzi esagerati. Inoltre se il dispositivo deve essere spostato in più ambienti, è preferibile optare per quei modelli leggeri e poco ingombranti e che siano dotati di maniglie e rotelle che rendano più facile e maneggevole il trasporto.

Infine, la scelta di acquistare un modello anziché un altro sarà inevitabilmente dettata anche dal budget a disposizione. Il nostro consiglio è quello di non acquistare modelli eccessivamente economici, il cui prezzo sia inferiore a €100, ma di scegliere quelli che costano più di €200, perché saranno sicuramente più affidabili e garantiranno ottime prestazioni.

I migliori purificatori d’aria in vendita

In vendita è possibile trovare i migliori purificatori d’aria. Noi ne abbiamo scelti 4.

Philips AC1215/10 è un purificatore d’aria che combina 3 filtri diversi (pre-filtro, Carboni Attivi, HEPA), ha 5 velocità e sensore Intelligente che monitora la qualità di aria nell’ambiente domestico. È in grado di rimuovere particelle ultrasottili fino a 0,02 µm e protegge dall’inquinamento. Ideale per chi soffre di asma e di allergie ai pollini, non emette sostanze contaminanti, come ozono, e di notte diminuisce rumorosità e luminosità. Unico svantaggio è che nei primi giorni quando è in funzione emette un cattivo odore di plastica.

Electrolux Oxygen Collection EAP450 è dotato di un filtro di carbone e un prefiltro antibatterico, entrambi lavabili, di un sensore della qualità dell’aria e uno della luce, che di sera attiva automaticamente la modalità silenziosa. Cattura i peli degli animali e rimuove i cattivi odori, la polvere e il polline. È facile da usare, non rilascia odori di plastica ed è abbastanza silenzioso. Non avendo le ruote non è molto maneggevole per gli spostamenti.

Xiaomi Purificatore d’Aria 2S è capace di depurare fino a 380 metri cubi d’aria all’ora, è silenzioso e rapido. Dotato di una doppia ventola e quattro condotti d’aria, è piccolo e compatto, e, grazie al design moderno ed elegante, è perfetto come complemento d’arredo. È efficace contro formaldeide, fumo di sigaretta e polvere, meno contro gli odori della cucina.

Levoit Smart WiFi può essere controllato a distanza tramite smartphone, è perfetto per i grandi ambienti ed è in grado di calcolare la durata effettiva del filtro. In modalità sonno è molto silenzioso, rimuove gli allergeni e il polline, nonché i peli degli animali.

Cosa da sapere

Utilizzare un purificatore è semplicissimo: una volta collegato alla corrente basterà schiacciare il tasto accensione per far avviare il dispositivo.

I purificatori d’aria sono perfetti per tutti coloro che vivono nelle grandi città, piene di smog e gas nocivi, o in ambienti affollati, ma anche per chi ha bambini piccoli o animali domestici in casa, per chi soffre di asma o altri problemi respiratori e per chi è allergico agli acari della polvere o ai pollini. Oltre che in casa e in ufficio, possono essere installati anche nelle sale operatorie degli ospedali, nelle officine e nei capannoni industriali, nei ristoranti, nelle case di riposo, nei laboratori di analisi cliniche e chimiche, nei centri benessere e nelle strutture sportive. In tutti quei luoghi cioè dove c’è tanta gente e non sempre possibile aprire le finestre per far cambiare l’aria.

Per eliminare il 99,97% degli allergeni sono più indicati i purificatori con filtro HEPA, considerati i più efficaci sul mercato. Esistono purificatori d’aria ad irradiazione ultravioletta, che bruciano le particelle nocive attraverso i raggi UV, e quelli con sterilizzazione termodinamica, che rimuovono le impurità col calore.

Purificatori d’aria: i migliori del 2019 e guida all’acquisto

Lascia un commento