La lavatrice è un elettrodomestico fondamentale per velocizzare il lavaggio dei capi, risparmiando tempo e sforzi. Oggi è quasi impossibile non averne una in casa e in commercio ce ne sono di vari tipi, tanto che non sempre è facile riuscire a trovare un modello che possa essere considerato il migliore in assoluto. 

La scelta della migliore lavatrice non deve solo ricadere su un fattore estetico, tanto meno sul prezzo o sulla marca. Prima di acquistare una lavatrice, occorre valutare le caratteristiche tecniche che possiede e scegliere soprattutto in base alle proprie necessità, tenendo conto del rapporto qualità – prezzo. Le lavatrici compatte, sono ad esempio indicate per coloro che non hanno molto spazio o per le famiglie non numerose, che non hanno molta biancheria da lavare quotidianamente. I modelli invece che riescono a fare carichi di bucato fino a 10 kg, sono più adatti per le famiglie numerose. 

Oltre alla capacità di lavaggio del carico di biancheria, bisogna tenere conto del numero e dei tipi di programmi. Le migliori lavatrici possiedono programmi adatti per i capi delicati, per quelli in seta, lana o tutti quei vestiti che andrebbero lavati a mano. Altri fattori che sono altrettanto importanti nella scelta, sono la velocità di centrifuga, la classe energetica che stabilisce i consumi, la rumorosità della macchina, i materiali con cui è realizzata, carico frontale o dall’alto e le dimensioni.

Per cercare di fare chiarezza su quale lavatrice acquistare, andiamo ad analizzare le marche che attualmente sono considerate un ottimo compromesso tra qualità e vantaggio economico: SanGiorgio SES510D, Candy CS 14102D3/1, Indesit BWE 91284X WSSS IT e Candy Aqua 1142D1. Tutte e quattro le lavatrici sono dotate di carico frontale, realizzate con materiali robusti, con diverse funzionalità e programmi di lavaggio. Ciò che le differenzia riguarda la rumorosità durante il funzionamento tipica del modello slim San Giorgio e l’innovativo sistema “smart” del modello Candy CS che la rende la migliore al momento sul mercato.

Migliore lavatrice a carico frontale

Lavatrice slim SanGiorgio SES510D

Si tratta di una lavatrice slim a carica frontale, la cui dimensione di profondità è appena 45 cm. Possiede una capacità di carico fino a 5 kg, 15 programmi di lavaggio per capi sintetici, in cotone, lana, jeans, camice, delicati, piumoni, abbigliamento sportivo e tende. Con questa macchina si ha la possibilità di regolare velocità per centrifugare e la temperatura. Dotata di funzioni extra come ammollo, acqua in vaschetta, prelavaggio, risciacquo, programmazione del lavaggio e partenza ritardata, controllo fuoriuscita schiuma e dell’acqua. Notevole risparmio energetico e prezzo di vendita proposto su Amazon molto interessante. Online si trovano tutte recensioni positive, tranne qualcuna negativa che lamenta la rumorosità dell’elettrodomestico. 

Lavatrice Candy CS 14102D3/1

Questa lavatrice, a carico frontale, è indicata per le famiglie numerose, in quanto ha una capacità di carico fino a 10 kg, nonostante le sue ridotte dimensioni. Può essere considerato un elettrodomestico “smart” in quanto si collega tramite applicazione wi-fi allo smartphone, dal quale è possibile monitorare il funzionamento e trovare il tipo di lavaggio più adatto. In caso di guasto o malfunzionamento, grazie all’applicazione è possibile individuare il problema e trovare una soluzione. Possiede programmi di lavaggio adatti per tutti i tipi di tessuto anche per la lana. Ottima velocità per centrifugare, risparmio energetico assicurato e silenziosità durante il funzionamento. Interessante il prezzo di vendita proposto su Amazon. Online sono disponibili tutte le recensioni positive che ne elogiano le caratteristiche tecniche, le funzionalità e il ridotto consumo energetico. Di contro però i capi a fine centrifuga risultano un po’ stropicciati.

Lavatrice Indesit BWE 91284X WSSS IT

Questa lavatrice, a carica frontale, ha una capacità di carico fino a 9 kg e una notevole velocità per centrifugare. Dotata di motore inverter, display LED multifunzione, moderno sistema idraulico e tecnologia silenziosa. Può essere utilizzata anche durante le ore notturne con risparmio energetico. Possiede 16 programmi di lavaggio, anche per piumoni e capi in lana, programmazione ritardata da 1 a 24 ore. Interessante il prezzo di vendita a cui viene proposta su Amazon. Online sono disponibili solo recensioni positive che sottolineano la capienza, la silenziosità e il notevole rapporto qualità – prezzo. Unica pecca è che date le sue dimensioni non è adatta per spazi ridotti.

Lavatrice Candy Aqua 1142D1

La lavatrice compatta, a carica frontale, Candy Aqua 1142D1 è consigliata per coloro che non hanno la necessità di lavare quotidianamente tanta biancheria ma che desiderano un elettrodomestico di qualità. Si colloca perfettamente in piccoli ambienti e può essere installata anche su camper o barche. La sua capacità di carico non supera i 4 kg, viste le sue ridotte dimensioni. Nonostante sia molto piccola, è dotata delle stesse funzioni di una lavatrice classica: vari programmi di lavaggio, uno dedicato ai capi delicati e tutti gli altri per le varie tipologie. Dotata di un buon sistema per centrifugare, offre la possibilità di ritardare la partenza. Interessante il prezzo di vendita a cui viene proposta su Amazon. Online sono consultabili tutte le recensioni positive che ne evidenziano le caratteristiche tecniche e ne esaltano la qualità. Ricordiamo che non è adatta a grandi quantità di biancheria.

Come scegliere la migliore lavatrice a carico frontale?

Come abbiamo detto prima, la scelta di una buona lavatrice a carico frontale che si adatti alle vostre esigenze e che sia di qualità, deve ricadere su elettrodomestici che tengano conto di diversi fattori. Vediamo nello specifico quali sono i fattori da valutare, prima di procedere all’acquisto:

  • le dimensioni: la lavatrice deve adattarsi allo spazio dove verrà collocata. Per dimensioni non si intendono solo le misure della macchina ma anche la capienza del cestello e il tipo di carica. Le lavatrici “slim” sono adatte per essere posizionate in piccoli ambienti, ma per le famiglie cha hanno necessità di lavaggi frequenti e di carichi eccessivi, sono più indicate quelle dotate di cestello con capienza non inferiore agli 8 kg. La carica dall’alto, potrebbe essere una soluzione adatta per chi non ha lo spazio per aprire il tradizionale oblò della lavatrice a carico frontale;
  • la portata: ovvero la quantità di bucato che il cestello può ospitare durante un ciclo di lavaggio;
  • il tipo di carica: frontale con il tradizionale oblò oppure dall’alto con uno sportello sulla parte superiore. Queste ultime sono più strette e occupano meno spazio;
  • rumorosità: la rumorosità è un fattore molto importante specialmente quando si risiede in un condominio o si ha la necessità di programmare i lavaggi nelle ore notturne. Le migliori lavatrici hanno un sistema più moderno che consente di ammortizzare e minimizzare le vibrazioni del cestello e delle pareti in modo da rendere la macchina meno rumorosa.

Un’altra caratteristica fondamentale che riguarda l’aspetto tecnico della lavatrice sono le funzioni, che comprendono:

  • programmi di lavaggio: adatti per ogni tipo di tessuno come seta, cotone, capi sintetici o misti con la scelta del tipo di temperatura più bassa per i capi più delicati e con sistema per centrifugare non troppo velocemente. Le migliori lavatrici hanno anche i programmi rapidi per i capi non troppo sporchi che dura mezz’ora, quello a freddo per l’abbigliamento scuro e colorato, per i jeans, per le tende, camicie e per i piumoni;
  • funzioni extra: come regolare la temperatura dell’acqua e la velocità per centrifugare; rilevamento automatico del carico per selezionare la programmazione più idonea in base alla quantità di detersivo e di biancheria inserita; opzione per eliminare le pieghe nelle camicie; opzione per asciugare i capi dopo il lavaggio; orologio per ritardare e programmare i lavaggi; la connessione wi-fi allo smartphone tramite applicazione;
  • blocco sicurezza: per i bambini, per la fuoriuscita dell’acqua e della schiuma;
  • consumo: per evitare di ritrovarsi dei costi in bolletta troppo elevati, è bene scegliere una lavatrice che garantisca un buon risparmio d’energia. Queste indicazioni sono riportate nell’etichetta con la sigla “A” insieme ai valori relativi al consumo idrico.

Meglio una lavatrice a carico dall’alto o frontale?

In commercio possiamo trovare due tipologie di lavatrici, che si differenziano solamente per il sistema di carico: quelle con carico frontale e quelle con carico dall’alto. Le prime possiedono il classico oblò in vetro frontale, che una volta aperto consente di inserire il bucato, le seconde invece nella parte superiore dell’elettrodomestico, hanno uno sportello che sostituisce l’oblò e svolge la stessa funzione.

Le lavatrici a carico dall’alto sono preferite solitamente da coloro che non hanno molto spazio a disposizione, iin quanto i modelli risultano essere più stretti ma presentano alcuni svantaggi. Innanzitutto questa tipologia ha una capienza di carico molto limitata e non permette di utilizzare la sua parte superiore, come piano d’appoggio in quanto bloccherebbe l’apertura dello sportello. Inoltre, alcuni modelli possiedono meno funzioni rispetto alle tradizionali lavatrici.

Le lavatrici a carico frontale, invece, sono quelle più acquistate non tanto la comodità quanto per la capienza del cestello che può tornare utile per le famiglie più numerose. Solitamente sono dotate di tante funzioni ma di contro risultano essere più ingombranti.

Guida al montaggio di una lavatrice carico frontale

Nonostante l’idea di tubi, attacchi, guarnizioni possa fare entrare in confusione chiunque, possiamo assicurarvi che l’installazione della lavatrice è un’operazione che non per forza debba richiedere la presenza di un tecnico esperto. La prima cosa necessaria, dopo avere acquistato l’elettrodomestico, è quella di munirvi degli strumenti necessari per procedere all’installazione, ovvero una chiave inglese e una a pappagallo.

Fatto ciò, dovrete scegliere dove posizionare la macchina. Scegliete sempre un angolo del vostro appartamento dotato di un pavimento robusto e ben livellato, con una temperatura ambientale costante che non scenda sotto lo zero e che sia dotato di spazio sufficiente per accogliere le dimensioni del modello che avete scelto. Le dimensioni variano a seconda del modello ma in linea di massima tutti gli apparecchi necessitano di almeno un metro quatro per essere installati.

A questo punto si può passare all’installazione vera e propria. Regolate l’altezza dei piedini affinché la macchina possa essere in posizione stabile e non abbia dislivelli. Assicuratevi che questi siano in grado di reggere il peso e stringeteli con l’aiuto di una chiave inglese.

Se avete a disposizione una livella utilizzatela per controllare che la macchina non abbia alcun dislivello per evitare che la rumorosità durante i lavaggi e la centrifuga sia eccessiva. Togliete il sistema di bloccaggio di sicurezza, ovvero i sigilli nella parte posteriore, i bulloni che bloccano il cestello e tutte le parti dell’imballaggio di protezione. Utilizzate per fare ciò una chiave inglese.

Passaggio successivo è il collegamento dei tubi di scarico e carico. Si tratta di due componenti che permettono alla macchina di utilizzare l’acqua corrente per il lavaggio e per scaricare l’acqua in eccesso. I tubi e le guarnizioni sono fornite in dotazione quindi basta consultare il manuale di istruzione per capire quali siano. Prima di procedere con il collegamento, dovete disattivare il rubinetto generale del vostro impianto idrico, avendo cura di chiudere l’acqua calda e fredda. Questo procedimento va fatto anche per la sostituzione della vecchia macchina in favore di quella nuova.

Le aziende forniscono generalmente due tubi, uno per l’acqua fredda e uno per quella calda, ed entrambi vanno collegati al rubinetto. L’attacco del tubo di scarico, che ha un diametro più grande dei classici tubi, dovrebbe già essere predisposto nello spazio che avrete scelto per collocare l’apparecchio. Se si tratta di un’installazione provvisoria, appoggiate il tubo di scarico all’interno del bordo del lavandino, facendo attenzione a non tenderlo troppo e lasciarlo morbido.

Una volta che vi siete assicurati del collegamento, potete fare un lavaggio di prova attivando il programma senza inserire nel cestello il bucato e senza detersivo. I sistemi di controllo si attiveranno, calibrandosi e avrete modo di verificare il corretto funzionamento della lavatrice.

Consigli utili

Per mantenere alte le prestazioni e garantire un costante funzionamento che duri il più possibile, è necessario periodicamente dedicarsi alla manutenzione dell’apparecchio. La prima cosa necessaria da fare è eliminare il calcare che si accumula nel filtro insieme allo sporco che si deposita all’interno del cestello della biancheria. Le migliori lavatrici in commercio hanno specifici programmi che permettono con detersivi appositi di mantenere pulite tutte le parti.

Aldilà del modello, tutte le lavatrici necessitano della pulizia del filtro a cadenza regolare, perché può impedire il corretto scarico dell’acqua. Per fare ciò ci sono apparecchi dotati di programmi che puliscono dai residui di calcare, o che permettono di effettuare cicli di pulizia per rimuovere peli, capelli, sporco evitando la fuoriuscita di cattivi odori che si sviluppano all’interno della macchina. Vi sono anche vari programmi di sicurezza e prevenzione per evitare la formazione eccessiva di schiuma col rischio di fuoriuscita dal cassetto del detersivo.

Quando acquistate la lavatrice assicuratevi che sia dotata di garanzia estendibile oltre i due anni previsti, gratuita o a pagamento (anche fino a 5 anni) e che abbia un buon servizio di assistenza tecnica utile nel caso in cui ci fossero difetti o danni provocati dall’usura.

Tutte le lavatrici sono realizzate con materiali antiruggine, le guarnizioni in plastica e gomma, l’oblò in vetro resistente al calore. Quello dovete controllare è che la struttura sia ben robusta e stabile, che i pulsanti e le manopole per regolare il funzionamento siano resistenti e che l’oblò abbia una chiusura ermetica.

Dove acquistare lavatrici a carico frontale e prezzi

Oggi è semplice acquistare lavatrici di tutte le tipologie, non solo recandosi in negozio ma soprattutto comodamente online. Il maggiore sito e-commerce che offre un buon rapporto qualità – prezzo, con una vasta gamma di scelta tra vari modelli di lavatrici a carico frontale, è senza dubbio Amazon. Il colosso mondiale mette a disposizione dell’utenza un catalogo ricco di offerte, regolarmente aggiornate e selezionate in base alle richieste della clientela, cercando sempre di offrire prodotti di qualità a prezzi vantaggiosi. Inoltre su Amazon si ha la possibilità, una volta acquistato il prodotto di recensirlo.

Le recensioni, altro non sono che i pareri dei vari utenti che hanno acquistato i prodotti e mettono a disposizioni degli altri utenti, le proprie esperienze evidenziando pregi e difetti. Attraverso le singole valutazioni, espresse in “stelline” e tutte inserite all’interno dei singoli prodotti, si dà la possibilità di valutare e confrontarsi con le esperienze di chi ha acquistato il prodotto, ponendo particolare attenzione ai vantaggi e gli svantaggi di ogni acquisto. Qualsiasi utente, inoltre, può consultare la scheda descrittiva delle principali caratteristiche e funzionalità, con la possibilità di mettersi direttamente in contatto con il venditore. 

Il prezzo d’acquisto va sempre valutato, mettendo a confronto tra loro più prodotti della stessa tipologia, in questo caso lavatrici a carico frontale, tenendo conto delle caratteristiche tecniche di cui abbiamo ampiamente parlato. I prezzi più accessibili non superano i 300 euro, ma per lavatrici con carichi superiori ai 7 kg, dotate di varie funzionalità e sistema di connettività wi-fi si superano i 500 euro. Queste ultime, sono lavatrici che hanno maggiore capacità di carico, notevoli velocità di centrifuga, materiali resistenti e appartengono a una classe energetica A+ che vi consente di risparmiare in bolletta.

Il marchio fa la differenza, in quanto le aziende più conosciute nel settore puntano sulla qualità e sull’innovazione, testando periodicamente i prodotti prima di immetterli sul mercato. Acquistare una lavatrice di un marchio noto, equivale ad acquistare un prodotto con la garanzia che duri nel tempo e che in qualsiasi momento ci si può avvalere della professionalità dei centri assistenza dislocati sul territorio. Le aziende meno note, offrono sì prodotti che possono avere una buona resa in termini di qualità ma che sicuramente non potranno offrirvi tutte le funzionalità e le garanzie dei marchi più conosciuti.

Lavatrice a carico frontale: guida alla scelta, modelli, opinioni e prezzi